bocchetta dei Buoi (2671m), con GPS

Sembra una passeggiata corta, ma le asperità del terreno (macereto dell’Adamello e sentieri impervi, a gradoni che superano la cintura), la rendono sufficiente ai palati meno pretenziosi, come il nostro. Chi ha più gamba può salire, (deviando appena prima) alla Punta di Salimmo (ironia del nome…), transitare per la Calotta o, perlomeno, salire alla vicina e non difficile Punta dei Buoi (solo 50 metri più alta). 

Si parte dal rifugio-albergo Petitpierre, a 1900m di quota, cui si accede per strada o per due consecutivi tratti di seggiovia. Noi abbiamo diviso il male a metà: siamo saliti in macchina fino alla conca di Valbione e poi per seggiovia (ore 8,30) fino al Petitpierre. Si prende quindi per la Conca di Pozzuolo, per la strada che sale dal piazzale per cento metri, poi per sentiero per altrettanti, ed infine per un lungo traversone orizzontale, di un paio di km, lungo una vecchia strada militare, che porta alla bella Conca di Pozzuolo (2000m). Qui si trova il bivio che a destra porta alla facile bocchetta di Casola (2397m), per bel sentiero militare, mentre noi proseguiamo diritti per la b.tta dei Buoi. Attraversata la conca si sale per 150m fino ad una seconda conca, con bel laghetto, ma circondato dal feroce macereto adamellino, formato da grandi massi ammonticchiati, che ci accompagnerà da qui fin sotto la meta, intervallato da tratti di sentiero erto, dove l’uso delle mani è indispensabile, per i continui salti rocciosi. A circa 2400m, dove la pendenza si è attenuata, si incontra la deviazione a sn per la difficile Cima di Salimmo (3115m), che si raggiunge attraverso la bocca di Valbione (2813m). Noi proseguiamo per la b.tta dei Buoi: il sentiero sale sulla dx della valle per evitare il macereto; poi, raggiunta la valletta che scende dalla Punta dei Buoi, gira a dx e sale per tornanti; alla fine, incurante delle proteste dei passanti, gira a sn e si precipita con insana pendenza a raggiungere la cresta, larga e comoda. La bocchetta è cento metri sulla sinistra. Di fronte l’entusiasmante spettacolo della Calotta, ammantata di ghiaccio. Sulla sinistra si offre all’intenditore la bella Punta dei Buoi, solo 50m più alta. Ma è già tardi, il cielo minaccia il solito temporale, e torniamo per lo stesso.

Dislivello: 800m; difficoltà EE

 

 .

Distanza totale: 11819 m
Altitudine massima: 2641 m
Altitudine minima: 1922 m
Totale salita: 772 m
Totale discesa: -743 m
Scarica