sentiero Sella-Lorenzini

Ho rifatto questo percorso in data 2 Febbraio 2020, fino a Pratolungo, tornando poi per lo stesso percorso, senza completare il giro da Prave, che è un po’ lungo, ormai, per me, e poi in alto c’era neve.

Ho fotografato il tratto Mazzunno-strada S.Giovanni, che non è segnato. Ho trovato anche un sentiero ora segnato dall’alto, ma non dal basso, che porta (e parte) al di là di Dazze . Lo ho percorso in discesa, ma ho concluso che è meglio il mio, essendo questo più lungo ed anche, in un breve tratto, esposto. Le immagini sono qui.

Il percorso parte da Mazzunno (400m), frazione di Angolo Terme, sale al santuario di S.Giovanni (1191m) e da qui aggira a destra la cresta del Ghigozzo – Guccione, portandosi a Nord, prima alla malga Guccione (1417), poi a Pratolungo (1487m), da cui scende a Prave e poi ritorna a Mazzunno. Il tratto iniziale sfrutta una strada asfaltata che parte da Terzano e sale a S.Giovanni. Per accedervi più brevemente, si supera Mazzunno e si parcheggia al cimitero; si prosegue a piedi e, dopo 50m verso Dazze, si trova sulla sinistra un casolare. Di fronte, sulla destra, parte all’indietro un viottolo cementato, piuttosto ripido. Si sale fino ad un bell’edificio colorato di giallo-arancio: appena prima dell’edificio si prende un viottolo sulla destra, prima pianeggiante, poi in lieve salita, fino ad una baita sulla sn (variante: a questa baita non si giunge più: quando si trova il cancello, 10 metri prima un sentiero sulla sn aggira dall’alto la baita e si ricongiunge al sentiero buono). La si supera e subito dopo si sale 5 metri nel prato verso un albero, dove si trova l’inizio di un sentiero verso destra, chiuso con frasche, Si scavalca e si sale per meno di 200 metri fino alla strada, che si prende verso sinistra. La strada sale nel suggestivo vallone di S.Giovanni, fino a circa 1100m, dove si trova un bivio ben segnato. Si gira a sn e si raggiunge la località di S.Giovanni, con ridenti casette e il vecchio rifugio (fontanina nello spiazzo). Dopo il rifugio, proseguendo diritti, si va alla chiesetta. Dietro la chiesa si sale nel prato e si raggiungono due begli edifici rustici (cascina Barina), dietro i quali si riprende la strada sterrata (che sale dal rifugio)  e che prosegue verso destra. Quando si trova una curva a sn, con segni rossi verso destra, si gira a sinistra, salendo, fino a ritrovare i segni tricolori. La strada conduce ad un passo tra la catena del Ghigozzo ed il monte Altissimo (pista di sci) (1580m). Qui si gira a sinistra e, scendendo un poco, si raggiunge la malga Guccione (1420m.) A sinistra della malga sorge il monte Guccione, con bella Croce, ma non accessibile per sentieri segnati (salita alla cieca e arrampicatina finale, solo per matti da legare). Proseguendo dopo Guccione si arriva in breve a Pratolungo (1480m), con Malga-Rifugio e monumenti e lapidi. Qui si può salire sul Ghigozzo, seguendo la cresta, in 15 minuti, con ritorno allo stesso (per non perdersi). Andando diritti, si supera un dossello, si scende ad un laghetto e, facendo attenzione, si trova sulla sinistra l’indicazione del sentiero 11 per Prave. Andando diritti per la strada principale si va invece alla Croce di Salven, ma si trova una deviazione per Prave anche più avanti. Il sentiero 11 aggira il Ghigozzo e scende a sin (Est) di Prave, al santuario di S.Bartolomeo (fontana con acqua 50 metri prima, sulla strada verso Prave). Al goletto prima del santuario, proseguendo orizzontalmente verso il Ghigozzo (che qui è veramente imponente), si imbocca la strada di discesa che, con lungo percorso sempre verso Sud-Est (non prendete deviazioni all’indietro) vi riporta prima  a Fornaci (bella cascina-rudere, con fontana) e poi a Dazze e Mazzunno.

.

nb: registrazione effettuata in data 2 Febbraio 2020, con salita a Pratolungo e discesa per lo stesso. Traccia corrotta nella gola per pareti incombenti

Distanza totale: 19381 m
Altitudine massima: 1476 m
Altitudine minima: 439 m
Totale salita: 1147 m
Totale discesa: -1156 m
Scarica