pizzo Farno (2506m), con GPS

Il Pizzo Farno (2506m) è una elegante cima che si erge a chiusura della Valsanguigno, tra i due passi di Valsanguigno (Ovest e Nord). Vi si può salire da tre diversi itinerari: dalla Valsanguigno, con partenza dalla centrale elettrica di Valgoglio (900m) e passando dal rif.Gianpace; da Valcanale (1100m) attraverso il rif.Alpe Corte e il passo dei Laghi Gemelli; dalle baite di Mezzeno (1600m), attraverso il passo di Mezzeno e quello dei laghi Gemelli. I primi due percorsi partono dalla Val Seriana, il terzo dalla Val Brembana. I secondi due si incontrano al passo dei laghi Gemelli; tutti e tre i percorsi convergono sul passo di Valsanguigno Ovest.

In realtà, vi è anche un sentiero che parte dal passo di Valsanguigno Nord, come pure uno che sale dal rif.Laghi Gemelli, attraverso la cresta che giunge al goletto Nord sotto la vetta. Tutti e tre i sentieri si incontrano sotto la vetta sulla pala Nord, che offre una pendenza minore e si risale facilmente.

Chiaramente il terzo percorso è quello che offre il minor dislivello, ed è quindi quello da noi prescelto, visto il calo degli ardori che contraddistingue il crescere degli anni.

Alle baite di Mezzeno (1600m) si sale da Roncobello in Val Brembana, per una strada asfaltata a pagamento (2 euro). Un bello spiazzo offre ai mattinieri possibilità di comodo parcheggio, con bella fontana. Gli altri parcheggiano lungo la strada, che è abbastanza lunga da contenerli tutti. Si prende il sentiero indicato per passo di Mezzeno – laghi Gemelli. Saliti al passo di Mezzeno (2142m), si prende a destra per un sentiero pianeggiante, segnato ma non indicato, che porta senza perdere quota al passo dei laghi Gemelli (2139m). Qui si prosegue sulla cresta, verso Est, con indicazione Farno. Il sentiero si porta sotto cima Camilla per una zona di grandi spiazzi pietrosi, e la aggira sulla sinistra, inoltrandosi sulle pendici Nord del Monte Corte. Dopo una zona un poco esposta, si giunge su un tratto di sfasciumi che si risale. Poi occorre discendere per una cinquantina di metri sul fondo della valle del Farno a raggiungere il sentiero che sale dal lago (L.Gemelli) sottostante. Si risale il fondo della valletta fino al passo di Valsanguigno Ovest (2306). Qui si gira a sn e si affronta la salita degli ultimi 200m del Pizzo. L’indicazione indica di salire diritti, ma non spaventatevi: in realtà vi è un bel sentierino che supera zigzagando il primo salto roccioso. Poi ci si sposta verso destra per superare un secondo salto. Si torna a sn e se ne supera un terzo, più breve, e poi si sale per la cresta erbosa, fin sotto l’ultimo salto roccioso, che non si affronta. Qui, invece, si gira a sn e si aggira tutto il versante Ovest, fino a giungere sulla pala Nord. Per fare questo vi sono ben due sentierini: quello alto è più ripido, ed è quello che abbiamo trovato noi (c’era la neve ed i sentieri non si vedevano bene). Al ritorno abbiamo visto anche l’altro, poichè la neve, nel frattempo, siera sciolta.

Il ritorno può essere effettuato dallo stesso percorso, o scendendo sul passo Nord, che è collegato a quello Ovest da un sentiero abbastanza visibile.

 

.

n.b. Anche questa volta il Garmin segna 50m sotto, pur essendo stato calibrato con il GPS!! 

Distanza totale: 14104 m
Altitudine massima: 2466 m
Altitudine minima: 1577 m
Totale salita: 1124 m
Totale discesa: -1142 m
Scarica