Crus del Bonom, Punta (2251) e Corni Setteventi (2202m), con GPS

Questa breve escursione è già stata descritta qui, con due sole differenze. Questa volta siamo saliti sul Setteventi dalla cresta Sud. Tornando dal monte Matto, si tiene sempre la cresta e si inizia a salire verso la vetta del Setteventi per una tracciolina di sentiero, ben visibile e sostanzialmente facile. La salita consiste in brevi salti, intervallati da tratti più dolci. Quando si giunge sotto un cordone roccioso che corre sotto la vetta, il sentiero gira a sinistra e aggira la vetta. Occorre fare attenzione, perchè la traccia non è subito visibile, e gira appena superato l’ultimo strappo, stando nascosta sotto l’erba. Ma, appena presa, torna subito visibile. Si passa a sn della cima e si raggiunge una strada militare che costeggia la pala nord-ovest, con un breve tratto franato, ma facile. Si giunge a Nord della vetta e si sale per il percorso normale.

Scesi dalla Punta siamo tornati verso la partenza, al bivio che a dx va alla Crapa di Vaia. Qui, girando all’indietro si sale alla cima dei Corni Setteventi, una cresta rocciosa che unisce il monte allo spartiacque Maniva-Croce Domini. Vi sono due sentieri, uno di cresta ed uno sulla dx (Ovest), entrambi facili.

Distanza totale: 7413 m
Altitudine massima: 2239 m
Altitudine minima: 2098 m
Totale salita: 432 m
Totale discesa: -441 m
Scarica