val di Breguzzo e rifugio Trivena

La val Breguzzo sale in direzione Nord Ovest dai paesi di Bondo e Breguzzo, nelle valli Giudicarie, in direzione della cima Cop di Breguzzo (2997m), che sorge al centro di una bella cerchia di vette.

Percorsa dal torrente Arnò, poco dopo i 1100m riceve sulla dx orografica il torrente Roldone, dalla convalle val d’Arnò che sale verso Sud-Ovest fino al passo del Frate (2248m).

Dopo il rifugio Trivena (1650m), prende il nome di val di Trivena, fino alla località Redont (1971m), dove gira decisamente a destra, prendendo il nome di valle del Vescovo, che sale al passo Porte di Danerba (2718m).

A sua volta, la val d’Arnò sale fino alle piane dell’Alpe d’Arnò, dove si biforca: una convalle sale verso NO ai laghi Neri (2504m) ed alla cima d’Arnò (2549m), fiancheggiata da una bella bocchetta fortificata; l’altro ramo continua verso SO fino al passo del Frate.

.

Passi e Cime

Dalla val d’Arnò si raggiunge con facilità il passo del Frate (2249m), che si congiunge con la val Daone; sulla destra del passo si sale per sentiero segnato, anche se esposto, fino al monte Corona (2509m). Poichè al Corona si sale più agevolmente dalla val Bondone, ne parliamo in quella sezione.

Salendo verso dx (NO) dalla malga d’Arnò, per percorso libero, si giunge ai laghi Neri ed alla bocchetta sovrastante (2800m), sulla sn della Cima d’Arnò. Questo percorso è qui documentato..

Sopra il rifugio Trivena, raggiunta la località Redont (1971m), si aprono tre diverse salita: a sn (SO), per la valle del Vescovo, al passo Porte di Danerba (2718m); a dx, girando poi al centro (NO), si sale al passo di Breguzzo (2765m), da cui si raggiunge il Cop di Breguzzo (2997m); decisamente a dx (NE) si sale alla bocca della Cunella (2523m), da cui si ridiscende al bivacco Cunella, in val di S.Valentino. Passo di Danerba, passo di Breguzzo e Cop di Breguzzo saranno trattati nella sezione val Daone e val di Fumo, poichè da lì vi sono salito.

Dalla località Redont si sale, inoltre, (verso sn – SO) ad una bocchetta detta passo delle Marmotte, a sud di cima Agosta, che porta in val d’Arnò, e che è la meta di un raduno scialpinistico. Sarà qui documentata.

.

Accesso alla valle.

Da Bondo o prima di entrare in Breguzzo si prende la strada per la val Breguzzo. Questa passa per la località Limes, dove a dx si può salire alla località Le Sole, di cui si parla nella sezione precedente; continuando, sale fino a Pont d’Arnò, poi attraversa il torrente sulla sn, e subito dopo si biforca: proseguendo diritti, si giunge poco dopo alla malga Stablei (1150m) (ponte a dx), dove ci si deve fermare. Girando a sn, si sale invece nella val d’Arnò, fino alla malga d’Arnò, a 1550m, dove si può parcheggiare.

.

Percorsi documentati

1) passo del Frate: si parcheggia a malga d’Arnò (1550m) e si prende a sn, con percorso dapprima pianeggiante, verso m.ga Magiassone; qui giunti si sale verso il passo per sentiero ben segnato. Il passo del Frate è così chiamato per un bel pinnacolo calcareo che lo sovrasta. Siamo poi saliti un poco verso il monte Corona, fermandoci dove il sentiero si faceva più esposto. Foto di animali vari, camosci, aquila e marmotte. Altre curiosità.

2) laghi Neri e bocchetta sovrastante: percorso molto bello, ma difficile. Il sentiero, che sicuramente c’era, o c’è, non è indicato, per cui si sale a vista per pendii asperrimi, specie nel primo tratto. Subito dopo malga d’Arnò, andando verso m.ga Magiassone, si trova una deviazione a dx che sale nella valle del torrente Roldone, fino a prima di attraversare il torrente. Qui si gira decisamente a dx, puntanto prima ad un casinetto da caccia, e poi salendo per la max pendenza, tenendosi sulla dx della valle e puntando ai bei pini solitari che, uno dopo l’altro, vi fanno da segnavia. Terminata la pendenza erta, si trova una traccia su un costone (casinetto di caccia) e si continua a salire fino ai laghi. Si aggirano e si prosegue dall’altra parte sulle tracce e sui sentieri militari, fino alla bocchetta che si trova sulla sn.

3) passo delle Marmotte: saliti dal Trivena al Redont, si prende a sn e si sale la pala nevosa, fino ad aggirare il costone a dx e affrontare una prima bocchetta, a ovest di C.no del Frust (2050m); da qui si sale per un lungo diagonale fino alla bocchetta alla base di cima Agosta. In alternativa, si sale dalla valle d’Arnò, come per il percorso 2) fino ad incontrare l’erto canalone che porta alla bocchetta, e poi si ridiscende sul Trivena.

.

Trivena e Redont

salita al rifugio Trivena ed alla località Redont, dove troviamo il trivio per tanti altri posti

passo del Frate

salita al passo del Frate e poi ancora un tratto verso il monte Corona

bocchetta dei laghi Neri

bellissima metà, piuttosto lunga e difficile, specie nella prima parte, per mancanza di indicazioni

passo delle Marmotte

il percorso tradizionale prevederebbe la salita dalla val d'Arnò, con discesa al Trivena; ma le condizioni della neve rendono possibile questo percorso pittosto raramente; qui, ad esempio, si sale da Redont e si ritorna sul Trivena per percorso parallelo