sentieri in trasferta

In questa sezione mostriamo la salita a montagne lontane dalla provincia di Brescia e territori limitrofi, trattate nelle sezioni precedenti.

1) dalle Alpi alle Piramidi. Cime ed escursioni dal Piemonte alla Sicilia, con ritorno, di massa, in Trentino.

Testa Grigia, Etna, Col Sonè, Sass Ciampac, eremo di S.Romedio, Weisshorn.

.

2) di qua e di là dell’Isarco. Cioè della valle che da Bolzano sale al Brennero. Monti dell’Alpe di Villandro e delle valli di Sarentino, del Ciamin e di Vizze.

Monti Villandro, Tellerjoch, Ritzlar, Pez allo Scilliar; rifugioBergamo , passo di Vizze, giro del Sassolungo.

.

3) la val Martello. Convalle della val Venosta, cade da Sud su Laces-Latsch, località ad Ovest di Merano e ad Est di Silandro. Bellissima valle con bellissime cime, servite da sentieri ben tenuti. Ottime sistemazioni alberghiere ed in rifugio.

Hintere Schöntaufspitze, Vordere Rotzpitze, Kalfanwang, Madritschspitze, rifugi Corsi, Martello e Casati, laghi Giallo e Verde al Gioveretto (Zufrittspitze).

.

4) Pasubio-Carega. Monti calcarei a Sud-Est di Rovereto (Vallarsa), a Nord di Verona (val d’Illasi) e Nord-Ovest di Vicenza (Valli del Pasubio), caratterizzati da poderose fortificazioni della Prima Guerra Mondiale e dai cimeli dei furiosi combattimenti che si ebbero su parte di questi.

Carega, Pasubio cima Palon, Cornetto del Pasubio, cima Levante.

.

5) intorno al passo Rolle. Questo passo collega Predazzo in val di Fiemme a S.Martino di Castrozza, in val Cismon, Separa monti silicei a Sud (Cavallazza, Colbricon) da monti calcarei a Nord (Castellaz e Pale di S.Martino, con Rosetta e Fradusta)